EC2,Lodz: la storia della centrale elettrica salvata dalla demolizione

·2 minuto per la lettura
La centrale elettrica abbandonata EC2 a Lodz
La centrale elettrica abbandonata EC2 a Lodz

La centrale elettrica di Lodz in Polonia è oggi è solo un ricordo. Centrale che ha cessato la sua attività nel 2015, rivenduta due anni più tardi e demolita dal nuovo titolare nel 2019. La demolizione è stata bloccata dopo un mese di operatività grazie al lavoro di un’equipe di avvocati perché monumento storico già da marzo 2019.

La centrale elettrica abbandonata EC2 a Lodz

La centrale EC2 è stata registrata come monumento storico a marzo 2019, per cui la partenza della demolizione del mese precedente poteva anche risultare legale. La fortuna ha voluto che l’impresa affidataria della demolizione avesse avuto delle difficoltà per cui i lavori stavano procedendo più lentamente del normale e che l’ufficio provinciale per la protezione dei monumenti di Lodz notificò al procuratore che la demolizione in corso era illegale interrompendo i lavori.

A prima vista spicca la gigantesca torre di raffreddamento della centrale elettrica fatiscente di cui restano ancora accessibili gli accessi alle sale come la sala controllo di colore verde e dotata di un bellissimo lucernario, la sala della turbina e la sala di raffreddamento con pareti blu a sfondo circolare da cui si poteva contemplare il cielo.

Lodz era la capitale industriale della Polonia a ha subito l’abbandono di molte fabbriche nel corso del XIX secolo. La centrale elettrica di Lodz forniva energia alle industrie che si trovavano nei pressi della città ed è sopravvissuta alla prima guerra mondiale mentre nel corso della seconda è stata smantellata di tanti macchinari.

Urbex Travel ha recentemente pubblicato sulla sua pagina Facebook un servizio fotografico dedicato alla centrale EC2 di Lodz, di cui, nel testo del post, ha scritto:

” Febbraio 2019. Il dipendente della pubblica amministrazione stava bevendo il caffè quando ha visto la demolizione della centrale attraverso la finestra. ′′ Oddio! Ho dimenticato di registrare questo edificio come monumento storico! Purtroppo è vero… Fortunatamente è riuscito a salvare la maggior parte dell’edificio, e oggi abbiamo potuto ammirare questo oggetto spettacolare“.