Eccidio Sant'Anna di Stazzema, Casellati:monito a nuove generazoni

Red/Lsa

Roma, 12 ago. (askanews) - "L'eccidio di Sant'Anna di Stazzema, di cui ricorre oggi il 75esimo anniversario, ci ricorda con estrema crudezza l'orrore della guerra e i crimini commessi in Italia dal nazifascismo. Un episodio terribile della nostra storia che non deve mai cadere nell'oblio, proprio affinché continui a fare da monito per le generazioni presenti e future". Lo ha detto il Presidente del Senato, Elisabetta Casellati, ricordando il massacro compiuto il 12 agosto 1944 dai nazisti in Versilia che causò, tra la popolazione inerme, 560 vittime di cui 130 bambini. "Il ripudio della guerra, della violenza e della sopraffazione - ha aggiunto in una nota la presidente Casellati - costituisce una delle architravi su cui è stata edificata la nostra Repubblica. Abbiamo il dovere di fare sì che valori come pace, libertà e democrazia non vengano mai più messi in discussione. Lo dobbiamo non solo a chi verrà dopo di noi, ma anche a chi in passato, nella lotta per costruire un mondo migliore, ha dovuto sacrificare la propria vita".