Ecco Calliope, il gatto più bello del mondo

webinfo@adnkronos.com

Si chiama Calliope il gatto più bello del mondo. Pioggia e blocco del traffico non hanno fermato appassionati e famiglie, con tanto di bambini al seguito. L’esposizione internazionale felina di Verona ha registrato anche quest’anno migliaia di presenze in soli due giorni. Gran Guardia gremita per i 40 anni della manifestazione che ha incoronato il felino più bello del mondo. Ad aggiudicarsi la corona, Calliope, un maestoso Maine Coon di due anni e mezzo, già campionessa europea. Due occhi verdi e un mantello ambrato provenienti da Pavia. 

Per i suoi avversari non c’è stato niente da fare. La giuria internazionale, ma anche il pubblico per alzata di mano, non ha avuto alcun dubbio. Calliope è tornata a casa con la coppa ‘best of the best’ adulti. Gli altri premi sono andati, invece, ad un Norvegese delle Foreste, selezionato come miglior gatto neutro, e a due cuccioli, un Exotic short hair e un Persiano bianco. A ‘protestare’ un bellissimo Bengal leopardato di neanche 5 mesi e dal carattere intemperante, già vincitore di due premi nella giornata di sabato. Con il suo miagolio davanti alla giuria ha scatenato l’entusiasmo del pubblico all’interno dell’auditorium. 

Si è concluso così uno degli expo felini più importanti d’Italia. Manifestazione che Verona ospita dal 1979 e che, quest’anno, ha portato in città più di 400 esemplari. Dagli Scottish Fold ai Sacri di Birmania. Così come i rari Burmilla e Burmesi che difficilmente si trovano nelle esposizioni. 

“Un grande successo in termini di pubblico e di espositori – commenta Maria Sole Farinelli, presidente del Club Felino di Verona -. Si tratta di una manifestazione amata dalla gente e soprattutto dai bambini, che a Verona possono vedere le razze più belle del mondo e assistere ai ring, partecipando alle votazioni e alle premiazioni. Allo stesso tempo, ogni anno crescono le adesioni da parte degli allevatori e dei proprietari dei gatti, che durante questa due giorni ottengono punteggi importanti per partecipare poi a campionati e gare internazionali. Un’attività che siamo orgogliosi di portare avanti con grande impegno e passione”. 

La manifestazione, organizzata da Movimento Azzurro - Ecosezione Verona in collaborazione con il Club Felino di Verona, sotto l’egida dell’E.N.F.I. - Ente Nazionale Felinotecnica italiana, è stata ideata esattamente 40 anni fa da Costanza Daragiati. Costanza, nel 1979, dopo aver assistito a grandi esposizioni a Londra e Parigi, decise di realizzare la prima grande mostra felina d'Italia. Partendo proprio da Verona, la sua città, e poi organizzando tappe in tutto il nord. Ancora oggi è lei il motore dell'esposizione, assieme alla figlia Maria Sole Farinelli.