Ecco come i russi utilizzerebbero la centrale nucleare di Zaporizhzhia

centrale nucleare
centrale nucleare

L’Ucraina ha accusato Mosca di lanciare attacchi dalla centrale nucleare di Zaporizhzhia, situata nella parte sud-orientale del Paese. Come ha spiegato il responsabile dell’agenzia nucleare ucraina Energoatom Pedro Kotin nel corso di una recente intervista in tv, il sito verrebbe inoltre utilizzato come base di stoccaggio di armi, tra cui “sistemi missilistici”. Quella di Zaprozhzhia risulta essere la centrale nuclare più grande d’Europa. Il sito verrebbe quindi utilizzato per bombardare le città vicine.

La centrale, situata sotto il fiume Dnipro, si trova sotto il controllo dei russi fin dalle prime settimane di invasione. Come precisa Ansa, il personale che la gestisce è tuttavia ancora formato da gente ucraina. A controllare l’impianto sono all’incirca cinquecento militari russi. Pedro Kotin ha parlato di una situazione estremamente tesa all’interno della zona,

Ucraina, le dichiarazioni di Kotin sui soldati di Mosca a Zaporizhzhia

Pedro Kotin ha parlato delle azioni dei soldati russi presso la centrale nucleare di Zaprizhzhia: “Gli occupanti portano lì i loro equipaggiamenti, compresi i sistemi missilistici, da cui già bombardano l’altra sponda del fiume Dnipro e il territorio di Nikopol”.

Sito interamente occupato

Pedro Kotin ha spiegato che il perimetro della centrale nucleare di Zaporizhzhia sia controllato fisicamente dai russi, chiarendo: “Gli equipaggiamenti degli occupanti ed i loro camion con armi ed esplosivi rimangono nell’area della centrale nucleare di Zaporizhzhia”. Sarebbe inoltre insufficiente la pressione sugli occupanti affinché lascino il sito.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli