Ecco il peluche che rifà il rumore dell’auto per far addormentare

Si chiama Honda Sound Sitter ed è un peluche che ripropone il suono del motore NSX.

Far prendere sonno ai bambini piccoli. Un incubo per mamme e papà da sempre, con i genitori che cercano di inventarsi di tutto per cullare i neonati e farli precipitare in un sonno riposante. Per i piccoli, ma anche per mamma e papà. Tra ninne nanne, dondolamenti, favole della buonanotte sono tante le opzioni a disposizione dei genitori. E, spesso, per far crollare i piccoli li si carica in macchina e li si porta in giro per il quartiere.

Sì, perché l’automobile concilia il sonno. Ma perché? C’è chi è convinto che il motivo sia il movimento dell’auto, come la Renault e la Chicco, che tempo fa avevano inventato una culla che simulava proprio il “rollio” dell’automobile per conciliare il sonno. Ma secondo uno studio della Honda il fenomeno è dovuto al fatto che le basse frequenze dei suoni del motore sono paragonabili a quelle che i bambini sentono nell’utero. Dunque è il rumore e non il movimento a conciliare il sonno.

La Casa automobilistica, però, è andata oltre e la Honda ha realizzato uno studio provando i suoni di 37 diversi motori di auto, compresi vari modelli Civic, Accord e Integra, determinando che il suono del motore NSX era più efficace quando si trattava di far dormire i bambini, con ben 11 bimbi su 12 che provavano conforto ascoltando il rumore del motore NSX.

Il risultato? Si chiama Honda Sound Sitter ed è un peluche che ripropone – appunto – il suono del motore NSX. Bello anche lo slogan che accompagna questo gadget: “Invece di portare il bambino in macchina, porta l’auto al bambino”. Al peluche è abbinata una app gratuita con i suoni di tre motori: quello della NSX, della Integra Type R e S2000.

Potrebbe anche interessarti:

Novità auto 2019, cosa vedremo da gennaio a dicembre

Prova consumi reali 2018, le auto più efficienti dell’anno

Red Bull minaccia l’addio alla F1 e l’approdo nel WEC se le nuove regole non saranno di suo gradimento