Ecco la prima macchina che elimina il male d’auto

Un modello di Jaguar i-Pace elettrico, al Salone Salone dell’Auto di Parigi (Getty- Photographer: Krisztian Bocsi/Bloomberg)

E’ un fastidio che colpisce soprattutto i bambini tra i 3 e i 12 anni. Il mal d’auto, è una seccatura per chi ne soffre, provocando nausea. Abbondano i rimedi omeopatici, tra cui zenzero, olio essenziale di menta o pulsatilla. E poi arriva in soccorso la tecnologia. In questo caso Jaguar Land Rover che è convinta di aver scoperto le ragioni che scatenano la chinetosi, assicurando di poter intervenire di conseguenza.

Basta mal d’auto

I veicoli del futuro del marchio inglese monteranno a bordo tecnologie in grado di ridurre almeno del 60 per cento gli effetti del mal d’auto. L’auto diventa intelligente, saprà riconoscere l’insorgere della chinetosi e si predisporrà per ridurne gli effetti in modo personalizzato. Un’attenzione che avrà una rilevanza sempre maggiore, in un futuro in cui scarrozzeranno veicoli a guida autonoma.

I motivi del disturbo

Il mal d’auto si scatena quando le informazioni fornite dalla vista differiscono da quelle provenienti dall’orecchio interno, o dalle sollecitazioni che agiscono sul corpo o sull’epidermide. Alle volte basta leggere un libro o una mail per scatenare il fastidio. Per risolvere questo problema Spencer Salter, ricercatore Jaguar Land Rover nel campo delle tecnologie del benessere, ha studiato gli effetti del mal d’auto lungo un percorso di 25mila chilometri, verificando i suoi effetti nello svolgimento delle più disparate azioni.

Lo studio

La ricerca del marchio automobilistico ha cercato di mettere a punto un algoritmo che genera un punteggio di benessere per ogni occupante dell’abitacolo. Il valore di questo parametro determina quanto il guidatore e i passeggeri siano predisposti al mal d’auto. Questo punteggio, combinato con i segnali fisiologici registrati dai sensori biometrici dell’auto e con i dati relativi alla dinamica, permetterà di rilevare in modo affidabile se un passeggero o il pilota stanno per sentirsi male.

Leggi anche:

Migranti, condannata la prof di Venezia che diceva ‘bisogna ucciderli tutti’

Gomme invernali: quando scatta l’obbligo e cosa fare

Quanto guadagnano i politici più potenti della terra