Ecco relazione a Regione: "a UnipolSai di V.De Angelis 3 proroghe dalla Asl"

(Adnkronos) - Spuntano altre proroghe dei servizi assicurativi richiesti dalla Asl di Frosinone alla Compagnia di Vladimiro De Angelis. Dopo la regolare gara del 2014, con la quale Unipolsai si aggiudica le polizze Rca, Infortuni comulativa Kasko e incendio per un totale di oltre 375mila euro e il rinnovo per altri due anni con uno sconto per la spending review, nella relazione in possesso all'Adnkronos inviata dall'attuale direttore generale della Asl di Frosinone, Angelo Aliquò, all'assessore regionale alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato si legge di altre proroghe, tre per la precisione, richieste dall'azienda a partire da quella di 6 mesi chiesta a UnipolSai con nota prot. 106660 del 20 dicembre 2018 dall'allora Commissario Straordinario della Asl di Frosinone.

A giustificare la "proroga tecnica" è, suppone nella sua relazione l'attuale direttore generale dell'Asl di Frosinone Alberto Aliquò, "la situazione di emergenza contingente e lo stato di necessità, riconosciuti sia dalla dichiarazione dell'Organizzazione mondiale della sanità dell'11 marzo 2020, con la quale l'epidemia da Covid-19 è stata valutata come 'pandemia', sia la Comunicazione della Commissione Europea sull'utilizzo del quadro in materia di appalti pubblici nella situazione di emergenza connessa alla crisi", che "hanno imposto di garantire la fornitura di beni e servizi indispensabili per scongiurare ogni eventuale ipotesi di pericolo alla salute degli operatori della Asl e dei pazienti e per porre in essere efficaci ed immediate azioni di contrasto al diffondersi della pandemia. Di conseguenza, la procedura di gara in questione, come altre al tempo oggetto di lavorazione da parte delle Strutture competenti, hanno subito un ritardo, prontamente interrotto appena possibile tramite apposita delibera di indizione".

Ulteriori sei mesi di proroga vengono richiesti alla Compagnia di Assicurazione UnipolSai dalla Asl il 2 luglio 2019 con nota prot. 61720. Quindi, con nota prot. 115444 del 22 dicembre 2020 la proroga tecnica richiesta è di quattro mesi "nelle more dell'espletamento della procedura di gara in via di ultimazione".

Il 30 luglio 2021, con deliberazione n. 549, viene indetta la nuova gara d'appalto della durata di 3 anni per un importo annuo di 400mila euro, di conseguenza, una base d'asta triennale pari 1,2 milioni di euro. Gli atti vengono caricati sulla piattaforma Stella, che, tuttavia, resta "inutilizzabile per un certo periodo a seguito dell'attacco informatico subìto dalla Regione Lazio". Ecco allora che nasce la necessità di un'ulteriore proroga tecnica. "Nell'intento di evitare ulteriori ritardi - si legge ancora nella relazione - si è provveduto alla pubblicazione della medesima gara sulla piattaforma Sater" e "il dover rinnovare la procedura su una nuova piattaforma ha determinato l'impossibilità di aggiudicare il servizio assicurativo a un nuovo fornitore entro la scadenza delle polizze fissata al 30 settembre 2021", quando si è provveduto a chiedere formalmente al fornitore di accettare un'ulteriore proroga, stavolta di un mese, con scadenza dunque al 31 dicembre 2021.

(di Silvia Mancinelli)