Ecomondo, Conai premia giornalisti che raccontano il riciclo

featured 1669829
featured 1669829

Rimini, 11 nov. (askanews) – Oltre 73% degli imballaggi sono riciclati, quindi sette imballaggi su dieci hanno una seconda vita. L’Italia ha così superato con quattro anni di anticipo gli obiettivi che sono stati fissati dalla Commissione europea e si piazza al primo posto tra i grandi paesi impegnati nel riciclo e nella valorizzazione delle risorse.

Ma il cammino non è concluso, occorre continuare a diffondere i principi dell’economia circolare e per questo è fondamentale il ruolo dei giornalisti.

“L’intenzione è quella di riuscire a raccontare i temi dell’economia circolare e del riciclo, oggi che sono diventati un tema non più di addetti ai lavori e di tecnici ma anche per il pubblico comune – ha raccontato il presidente Conai, Luca Ruini -. Quindi avere i giovani, in particolare dei giornalisti giovani, che riescano a raccontare nel migliore modo possibile le nostre tematiche ci ha fatto venire in mente di organizzare questo tipo di premio, in modo tale da individuare chi su questi argomenti riesce e sta facendo una buona attività di divulgazione”.

Il premio è una statuetta ideata da Conai per i suoi 25 anni e progettata dagli studenti della Scuola del design del Politecnico di Milano: è una Fenice a sette code che spiega le ali, simbolo di rinascita anche per i materiali di imballaggio. La cerimonia si è svolta alla fiera di Rimini, in occasione di Ecomondo.

“Raccontare le storie è il modo più efficace per riuscire a capire che cosa c’è dietro, anche nelle modalità complesse di gestione – ha ricordato Ruini -. Quindi riuscire a trovare storie con persone che le raccontano e con i volti è il modo più efficace per riuscire a raccontare alle persone che il loro gesto quotidiano di buttare all’interno dei bidoni della raccolta differenziata fa iniziare un viaggio verso il riciclo per una seconda vita degli imballaggi o per tornare a essere un imballaggio oppure per rivivere in altri tipi di materiali e oggetti, per esempio ai paraurti delle auto”.

I vincitori di questa edizione del premio Fenice Conai per il giornalismo ambientale sono stati Eugenio Montesano e Simone Fant.