Ecomondo, nuova frontiera micromobilità elettrica... -2-

(Segue)

Rimini, 8 nov. (askanews) - "L'incremento demografico sta portando al passaggio dalle metropoli alle megalopoli - ha spiegato nel suo intervento Luigi Gabriele, affari istituzionali Adiconsum -. E' impensabile continuare a spostarsi in città sempre più grandi ognuno con la propria automobile. Il futuro è rappresentato dalla condivisione di mezzi elettrici per gli spostamenti all'interno dei centri urbani".

Per Riccardo Pase, presidente della Commissione ambiente della Regione Lombardia "nelle città, nei centri storici spesso ci sono zone a traffico limitato. E' importate che gli amministratori locali offrano alternative ai cittadini per muoversi comodamente e senza inquinare - ha detto -. La mobilità dolce rappresenta il futuro degli spostamenti e deve essere complementare rispetto a quella tradizionale".

"Siamo abituati a pensare ai parcheggi come una rimessa in cui lasciare l'automobile - ha aggiunto Serafino Chierici Skidata -. Grazie al progetto Park&Move che stiamo portando avanti rivoluzioneremo questo concetto. Nel prossimo futuro i sistemi di sosta si trasformeranno in hub in cui scambiare la propria auto con mezzi di micromobilità".