Economia circolare e logistica collaborativa per la sostenibilità

featured 1617166
featured 1617166

Roma, 7 giu. (askanews) – “Economia circolare e logistica collaborativa” sono due nuovi parametri della società sostenibile che stiamo cercando di costruire: se n’è parlato a Roma alla presentazione del Quaderno 30 del Freight Leaders Council, che associa operatori della logistica e dei trasporti.

“Siamo di fronte a grandi cambiamenti e problemi enormi nel mondo della logistica – dice il professor Andrea Giuricin, economista esperto di trasporti – Basta pensare che i noli dei container tra l’Asia e l’Europa sono passati da 1500 a 15 mila euro lo scorso novembre. Dobbiamo cambiare mentralità per promuovere la logistica collaborativa, che fa parte della sharing economy, e l’economia circolare che si basa sul riutilizzo dei prodotti, settori in cui l’Italia puà giocare un grande ruolo”.

“Abbiamo cercato di mettere in chiaro che l’economia circolare e la logistica collaborativa non sono un costo, ma una grtandissima opportunità per l’Italia – dice Massimo Marciani, presidente del Freight Leaders Council – Noi siamo tradizionalmente un Paese deficitario di energia e di materie prime e in un’econmia non circolare questo è un fattore di diseconomia e di non competizione. Nell’economia del circolare del recupero, del riciclo e del riuso, invece, il nostro Paese può giocare un ruolo primario e abbiamo la possibilità di dire la nostra in un nuovo modello produttivo in cui i committenti, la logistica e anche noi consumatori costruiamo un vero ecosistema sostenibile a vantaggio deelle future generazioni”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli