Ecuador, Amnesty: arresti di massa sotto lo stato d'emergenza

red/Mgi

Roma, 11 ott. (askanews) - Amnesty International ha chiesto al governo dell'Ecuador di porre fine alla repressione delle manifestazioni, iniziate il 3 ottobre a seguito dell'annuncio dell'adozione di misure di austerità da parte del presidente Lenín Moreno, seguito poche ore dopo dall'introduzione dello stato d'emergenza.

L'ufficio del Difensore civico ha denunciato che solo il 3 e il 4 ottobre sono stati arrestati 485 manifestanti, compresi diversi minorenni. Amnesty International ha inoltre ricevuto segnalazioni di uso eccessivo della forza e maltrattamenti e torture nei confronti degli arrestati.

(Segue)