Ecuador, manifestanti irrompono in parlamento, imposto coprifuoco

Bea

Roma, 9 ott. (askanews) - Il presidente ecuadoriano Lenín Moreno ha imposto il coprifuoco notturno nella zona degli edifici governativi nella capitale Quito dopo gli scontri avvenuti stanotte tra i manifestanti e le forze di sicurezza all'interno del Parlamento. I dimostranti hanno spezzato brevemente il cordone di polizia attorno all'edificio e sono stati respinti con lacrimogeni, hanno detto i testimoni sentiti dalla Bbc.

Moreno ha dichiarato lo stato d'emergenza la scorsa settimana, ma non è riuscito a piegare le proteste guidate dai gruppi indigeni contro l'abolizione dei sussidi pubblici sui carburanti, che in una settimana ha portato al raddoppio del prezzo della benzina. Le proteste indigene sono costate le teste di tre presidenti negli ultimi decenni. Il governo si è detto pronto a una mediazione dell'Onu o della Chiesa cattolica. (Segue)