Ecuador, presidente sposta governo fuori da Quito dopo proteste -3-

Coa

Roma, 8 ott. (askanews) - Da parte sua, la scorsa settimana, Moreno ha confermato la fine dei sussidi che avevano tenuto bassi i prezzi del carburante. La decisione ha innescato prima uno sciopero dei sindacati dei trasporti, poi le proteste della popolazione indigena. I manifestanti indigeni hanno bloccato strade e autostrade nel paese e in migliaia hanno viaggiato verso la capitale Quito per manifestare il proprio malcontento.

Ieri il ministro Paula Romo ha riferito a Radio Quito che giovedì scorso ci sono stati 477 arresti, principalmente per atti di vandalismo e Moreno ha dichiarato un'emergenza nazionale di due mesi.