Ecuador, scontri tra bande in una prigione: almeno 116 morti

·1 minuto per la lettura
featured 1520204
featured 1520204

Guayaquil, 30 set. (askanews) – E’ di almeno 116 morti il bilancio di una vera e propria guerriglia tra bande rivali scoppiata in una prigione di Guayaquil, in Ecuador. Si è trattato delle peggiori violenze carcerarie nella storia del paese.

Almeno cinque detenuti sono stati decapitati negli scontri divampati martedì, mentre altri sono stati barbaramente uccisi.

Secondo il comandante della polizia i prigionieri erano armati di coltelli e pistole ma hanno anche lanciato granate.

Ci sono voluti 400 agenti di polizia per riprendere almeno parzialmente il controllo del carcere, che ospita detenuti legati a bande internazionali dedite al traffico di droga. “Vogliamo informazioni perchè non sappiamo nulla dei nostri famigliari, mio foglio è qui e non so niente di lui” dice disperata questa donna.

La rivolta sarebbe stata ordinata da potenti bande di narcotrafficanti messicani che ora operano in Ecuador.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli