Ecuador, sit-in della comunità milanese contro Moreno

Mch

Milano, 12 ott. (askanews) - Un sit-in pacifico, chiassoso e colorato davanti all'ingresso della Stazione centrale di Milano per esprimere solidarietà ai propri connazionali che in Ecuador da settimane protestano contro il governo di Lenin Moreno. Gli ecuadoriani che vivono a Milano hanno scelto un luogo di passaggio per chiedere agli italiani "appoggio" nella loro lotta, spiega una delle manifestanti bardata con i colori nazionali del paese sudamericano. "Vogliamo attirare l'attenzione verso il nostro paese - aggiunge un uomo in abiti tradizionali - perché purtroppo i nostri media nazionali non raccontano all'estero tutta la verità".

Secondo i manifestanti, la repressione messa in atto dal presidente Lenin Moreno, che ha deciso di rispondere alle proteste anti-austerity con gli arresti e la proclamazione dello stato di emergenza, è "un'ingiustizia che devono conoscere tutti nel mondo". Chi fa parte del sit-in milanese racconta tutte le difficoltà che vivono i residenti all'estero, continuamente alla ricerca di informazioni da Quito: "Le nostre tv nazionali non trasmettono niente, noi ci informiamo solo attraverso internet, con Facebook e i social network. E non basta".