Ecuador, Ue invita ad evitare rischio escalation -2-

Mgi

Roma, 8 ott. (askanews) - Il Paese sudamericano è stato scosso negli ultimi giorni da una serie di proteste anche violente provocate dall'aumento del costo della benzina, spingendo il governo a dichiarare lo stato di emergenza e a spostarsi nella città portuale di Guayaquil, di fatto la capitale economica dello Stato.

Mogherini ha infine accolto con soddisfazione l'offerta di mediazione avanzata dalle Nazioni Unite e dalla Chiesa cattolica, sottolineando la "necessità di un dialogo costruttivo sulle riforme in seno alle istituzioni democratiche e politiche competenti dell'Ecuador".