Edfe: ridurre emissioni metano è urgente possibile e conveniente

featured 1669742
featured 1669742

Rimini, 11 nov. (askanews) -Ridurre le emissioni di metano è urgente, possibile e conveniente. E’ il modo migliore di ridurre rapidamente il riscaldamento globale. Se ne è parlato a Ecomondo, la fiera internazionale della transizione ecologica, dove era presente Environmental Defense Fund Europe.

“Environmental defense fund Europe – ha spiegato Flavia Sollazzo, Senior Director EU Energy Transition – è una Ong indipendente che dal 1967 utilizzando partnerariati pubblici e privati, scienza, economia e innovazione cerca di trovare soluzioni pratiche alle più grandi sfide ambientali e climatiche”.

Il gas naturale dovrà essere usato ancora a lungo. Le sue dispersioni sono particolarmente gravi, ma in buona parte evitabili, grazie all’innovazione tecnologica, con scelte politiche adeguate.

“La nostra campagna sulla riduzione di emissioni di metano dal settore energetico – ha aggiunto – è un tema attualissimo perché il metano oltre ad essere un potente gas effetto serra e quindi ad avere un potere clima alterante elevatissimo è anche la componente principale del gas naturale e quindi ha un ruolo fondamentale nell’attuale crisi energetica che stiamo affrontando e per garantire la nostra sicurezza energetica”.

Su questo si è fatto il punto alla fiera di Rimini. “Io sono molto contenta di aver avuto l’occasione di portare la tematica delle emissioni di metano e dell’industria oil&gas per la prima volta almeno come tema sé stante, nel contesto di Ecomondo – ha detto Ilaria Restifo, rappresentante Italia dell’Environmental Defense Fund -. Questo ci dà l’opportunità di parlare del ‘dove eravamo rimasti’ e del ‘dove siamo adesso’ in una formula che abbiamo pensato dinamica, divisa in tre sessioni, che ci può dare la possibilità di parlare a 360° della tematica”.

Esperti, scienziati, istituzioni e aziende si sono confrontati alla tavola rotonda “Emissioni Metano l’elefante nella stanza”.

“Si riferisce a un idioma comune della lingua inglese spesso usato per indicare una verità, anche se ovvia, spesso ignorata – ha concluso -. E noi da troppo tempo siamo di fronte a un’evidenza che ormai è sotto gli occhi di tutti”, ha concluso Restifo.