Editoria: Biblioteche Roma e Aie, festival 'Leggere sempre' per Festa libro e diritto autore (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – “La Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore – afferma Vittorio Bo, Commissario Straordinario Istituzione Biblioteche Centri Culturali di Roma Capitale – rappresenta prima di tutto la difesa e la libertà del sapere dell’uomo. I libri sono, da secoli, il deposito delle memorie e delle storie dell’umanità e attraverso di essi conosciamo mondi, passioni, idee che ci vengono tramandate per essere interpretate da noi e portate nelle nostre vite, per consegnarle al futuro. Un concetto espresso chiaramente dalle recenti misure governative che consentono alle librerie e alle Biblioteche di restare aperte, anche nelle zone rosse, stabilendo un principio di non poco conto nel nostro Paese. E cioè il fatto che i libri, in Italia, costituiscono un bene essenziale al pari dei generi di prima necessità, fondamentali come un farmaco o un alimento. Una cura e una commestibilità ritenute risorse primarie”.

“Per le Biblioteche di Roma quest’anno la giornata del 23 aprile – prosegue Bo – è ancora più significativa perché celebriamo un importante anniversario della nostra Istituzione, consapevoli del cammino percorso con le nostre biblioteche sul territorio e nelle carceri e con i nostri BiblioPoint. Con le sue quaranta biblioteche e un’ampia rete di strutture associate Biblioteche di Roma garantisce, infatti, libero accesso all’informazione e alla conoscenza, arrivando anche nelle zone più periferiche della città e costituendo un presidio di cultura e di socializzazione. Siamo particolarmente lieti della collaborazione con Aie anche in questa occasione, che consolida ulteriormente un’unione di intenti per la promozione del libro e della lettura, nel segno di un impegno comune per la cultura e la crescita del nostro Paese”, conclude Bo.