**Editoria: Moles presenta dossier su sostegno in Ue, 'è bene democrazia da tutelare'** (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Uno sforzo, argomenta Moles, che ha un punto di partenza preciso: la tutela dell'occupazione. "Tutto questo sforzo parte dal presupposto che nel momento in cui si deve esaurire il processo spot di sostegno, tutti gli strumenti che noi possiamo mettere a disposizione non possono che partire dalla tutela dell'occupazione. La mia speranza che non solo si possano tutelare ma consentire alle imprese di creare nuova occupazione".

Una volontà di investire nel settore dimostrata, si evidenzia, non solo dalle misure di sostegno adottate durante la pandemia ma anche dalla manovra in discussione in Parlamento: "L'introduzione di un fondo straordinario per l'editoria nella legge di bilancio significa che il governo vuole tornare a investire".

Tra i tavoli di confronto a palazzo Chigi ce ne sarà anche uno dedicato al settore delle agenzie. "Le agenzie sono un bene primario e la scelta che ho fatto è stata quella di prorogare brevissimamente l'attuale sistema per istituire una commissione a Palazzo Chigi, che possa in tempi brevi e in maniera assolutamente condivisa individuare la soluzione che tutti gli attori interessati possano ritenere utile e consona e per la tutela dei livelli occupazionali. Evidentemente la situazione è diversa da quella precedente anche per crisi sanitaria. E ritengo sia utile aprire un tavolo tecnico, un po' alla stregua del tavolo sull'Inpgi, in cui sentire tutti gli stakeholder del settore".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli