Editoria, Nardelli: bene Martella, no tagli e nuova legge sistema

Pol-Afe

Roma, 29 ott. (askanews) - "Le dichiarazioni programmatiche del sottosegretario per l'Editoria Andrea Martella, rappresentano un cambio di paradigma per l'intero sistema rispetto al recente passato. Nel 2020 non ci saranno tagli e nel frattempo il differimento servirà per definire una nuova legge di sistema, con l'obiettivo di ridisegnare gli strumenti di sostegno ad uno dei pilastri della nostra democrazia, come il diritto all'informazione. Abbiamo apprezzato l'ampiezza della relazione e l'intento di realizzare un patto culturale con il Paese tra tutti i soggetti della filiera editoriale. Lodevole l'impegno di rivolgersi alle edicole come presidio territoriale prevedendo un aggiustamento e potenziamento della tax credit. Un capitolo significativo riguarda la tutela delle minoranze linguistiche nazionali, rivedendo, anche su basi nuove, le convenzioni con il concessionario pubblico radio-televisivo. Così come viene significativamente sottolineata la questione relativa al diritto d'autore e del copyright. Siamo in sostanza in presenza della definizione di nuova impostazione non solo legislativa ma anche culturale di un settore così cruciale come quello dell'editoria". Lo afferma Flavia Piccoli Nardelli, capogruppo Pd in Commissione Cultura.