Educazione alla legalità con il teatro in una scuola media di Roma

Rcc/Tor

Roma, 31 gen. (askanews) - "Giovani contro le mafie" è il titolo dello spettacolo teatrale in scena venerdì 7 febbraio alla sala Caravaggio di Roma, in via Giovanni Paisiello 24 , momento conclusivo di un progetto didattico di educazione alla legalità che ha visto protagonisti i ragazzi di terza media dei corsi C, E, G, della scuola media statale "Vittorio Alfieri",promosso dalla Dirigente dell'istituto Carla Alfano con l'attrice Simonetta De Nichilo coordinatrice delle attività teatrali e di lettura espressiva all'Alfieri.

Il progetto mette insieme elementi di educazione alla legalità e cittadinanza attiva con il linguaggio teatrale. Gli studenti sono stati impegnati in una prima fase a conoscere direttamente il fenomeno mafioso, incontrando personalmente Alessandro Antiochia, fratello di Roberto:il poliziotto ucciso da cosa nostra insieme al commissario Ninni Cassarà a Palermo nel 1985. Successivamente sono stati impegnati con la raccolta di materiali e documenti relativi alla storia della lotta antimafia nel nostro Paese. Ed infine sono stati coinvolti nella commemorazione del 40esimo anniversario della morte di Piersanti Mattarella. Il progetto è diventato un luogo d'incontro, di conoscenza, di approfondimento e di riflessione.

Alla fine del percorso, gli allievi hanno realizzato elaborati che testimoniano la loro partecipazione attiva: hanno scelto di dare voce, in una lettura spettacolo, ad alcuni protagonisti della lotta alla mafia, combattuta attraverso le armi della ribellione e della promozione della cultura della legalità. Uomini e donne che, talvolta a costo della vita, hanno avviato nella società un processo di cambiamento radicale, diventando un esempio per tutti noi.