Educazione e economia dal volto umano, iniziativa Centesimus Annus

Cro/Ska

Roma, 31 gen. (askanews) - "Per agire in modo efficace nel mondo futuro, dicono i commenti al Rapporto OCSE, i giovani dovranno essere innovativi, responsabili e consapevoli e a tale scopo occorrono modelli concettuali e un quadro di riferimento più aperti e dinamici, insieme ad un sistema di conoscenze che facciano da bussola per l'apprendimento, onde aiutare i giovani a navigare attraverso le proprie vite ed il proprio mondo": così un passaggio della riflessione sviluppata da monsignor Angelo Vincenzo Zani, Segretario della Congregazione per l'Educazione Cattolica, durante il suo intervento svolto nel corso dei lavori della Consultazione internazionale che si sta tenendo presso l'Università Cattolica di Milano in questi giorni (30 e 31 gennaio 2020).

La Consultazione è organizzata dalla Fondazione Centesimus Annus pro Pontifice con il sostegno e la collaborazione dell'Ateneo milanese ed affronta l'argomento su come l'educazione e la formazione possano contribuire a costruire un'economia dal volto umano: "Ethos, Education and Training: avenues toward equality and ethical behaviors in the digital era".

Proprio sulle "Sfide educative e formative: preparare le giovani generazioni per il futuro" si è concentrato il discorso di monsignor Zani, il quale ha sottolineato tre punti chiave per il futuro dei giovani: