Effetto Delta, torna il coprifuoco a Barcellona

BARCELONA, CATALONIA, SPAIN - MAY 14: A police officer guards the Barceloneta beach during the first Friday without curfew, on May 14, 2021 in Barcelona, Catalonia, Spain. This is the first Friday without curfew where the images of the last weekend of botellones on public roads after the end of the state of alarm have been repeated. Only in the Catalan capital have been evicted during this night more than 7,000 people in a special device. (Photo by Lorena Sopêna/Europa Press via Getty Images) (Photo: Europa Press News via Europa Press via Getty Images)
BARCELONA, CATALONIA, SPAIN - MAY 14: A police officer guards the Barceloneta beach during the first Friday without curfew, on May 14, 2021 in Barcelona, Catalonia, Spain. This is the first Friday without curfew where the images of the last weekend of botellones on public roads after the end of the state of alarm have been repeated. Only in the Catalan capital have been evicted during this night more than 7,000 people in a special device. (Photo by Lorena Sopêna/Europa Press via Getty Images) (Photo: Europa Press News via Europa Press via Getty Images)

La Corte Superiore di Giustizia della Catalogna ha autorizzato la reintroduzione del coprifuoco notturno, tra l’una e le sei del mattino, proposto dalla Generalitat per fermare la diffusione del coronavirus.

La misura, che come riferisce El Pais entra in vigore da questo fine settimana, riguarda 161 comuni, tra cui Barcellona, con un’incidenza di oltre 400 nuovi casi ogni 100 mila abitanti nell’ultima settimana. I nuovi contagi registrati in Catalogna sono il doppio della media spagnola. La regione è fra le più colpite d’Europa con oltre mille casi per 100 mila abitanti.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli