Egitto: 15 giorni di carcere per il direttore dell'ong EIPR

Sim
·1 minuto per la lettura

Roma, 20 nov. (askanews) - La Procura per la sicurezza dello stato egiziano ha ordinato la custodia cautelare di 15 giorni per il direttore dell'ong EIPR (Egyptian Initiative for Personal Rights) Gasser Abdel Razek, "accusato di aver aderito a un gruppo terroristico, di aver diffuso false dichiarazione volte a minare la sicurezza, e di aver utilizzato internet per pubblicare notizie false". E' quanto ha riferito la stessa organizzazione sul proprio account Twitter. Sono tre i dirigenti dell'organizzazione arrestati negli ultimi giorni dalle autorità egiziane. Funzionari con cui era da tempo in contatto l'ambasciata italiana al Cairo in relazione alla vicenda del ricercatore Patrick Zaki, studente all'università di Bologna, in carcere in Egitto dallo scorso febbraio. Secondo quanto appreso da fonti della Farnesina, ieri l'Ambasciatore italiano al Cairo, insieme a numerosi Capi Missioni di altri Paesi non solo europei, ha inviato una lettera al ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry, per richiedere il rilascio di Razek, Mohammed Basheer e Karim Ennarah. I tre funzionari dell'ong avevano incontrato i rappresentanti di diversi paesi europei, pubblicando le foto sul proprio account Twitter, a inizio novembre.