Egitto, Amnesty: mondo chieda ad al-Sisi di fermare repressione -3-

red/Mgi

Roma, 25 set. (askanews) - Tutte le persone arrestate rischiano di essere incriminate per reati connessi al "terrorismo".

Ai giornalisti che lo hanno intervistato a New York, il presidente al-Sisi ha risposto che le proteste sono istigate dall' "Islam politico". Secondo Amnesty International, invece, alle manifestazioni hanno preso parte persone di età, condizione socio-economica, genere e orientamento religioso diversi e anche persone prive di un profilo politico.

La risposta delle autorità alle proteste, mai viste da anni in piazza Tahrir al Cairo così come ad Alessandria, Dumyat, Mahalla e Suez in cui venivano intonati slogan contro il presidente al-Sisi, la corruzione e gli arresti, è stata brutale. (Segue)