Egitto, Amnesty: Onu denunci disastrosa situazione diritti umani -5-

red/Mgi

Roma, 12 nov. (askanews) - Il 29 settembre il noto attivista Alaa Abdel Fattah è stato nuovamente arrestato, bendato, picchiato, preso ripetutamente a calci e insultato. Il 12 ottobre la difensora dei diritti umani Esraa Abdelfattah è stata rapita e poi torturata dalle forze di sicurezza.

In occasione della precedente sessione dell'Upr, tenutasi nel 2014, l'Egitto aveva accettato 237 delle 300 raccomandazioni che gli erano state sottoposte. Dall'analisi di Amnesty International è emerso, tuttavia, che anziché attuare riforme fondamentali in linea con quelle raccomandazioni, le autorità egiziane hanno adottato misure ancora più repressive che hanno ulteriormente limitato i diritti e le libertà fondamentali.

"Non aver attuato le raccomandazioni formulate dall'ultimo Upr è il segno evidente che le autorità hanno ben poca intenzione di migliorare la drammatica situazione dei diritti umani in Egitto", ha proseguito Bounaim. (Segue)