Egitto, attentato all'ospedale: auto in contromano provoca esplosione

(Photo by ALY FAHIM/AFP/Getty Images)


È di 19 morti e 32 feriti il bilancio dell'attentato al Cairo avvenuto nella notte fra il 4 e il 5 agosto, anche se, per ora, si tratta solo di cifre provvisorie.

Come riferito dal portavoce del Ministero della Salute egiziano, Khaled Megahed, l'esplosione è avvenuta appena davanti all'edificio dell'Istituto Nazionale per il Cancro (non lontano da piazza Tahrir), innescata da un'automobile in contromano che si è lanciata velocemente verso altre vetture parcheggiate o in sosta, investendole e scatenando l'incendio. Le fiamme si sono poi diramate anche all'interno della struttura ospedaliera.



Le vittime principali, comunque, sono i passanti e gli automobisti e non il personale o i pazienti dell'ospedale, rimasti illesi. L'Istituto Nazionale per il Cancro è stato evacuato e sul posto sono state inviate 42 ambulanze, mentre il ministro della Salute ha ordinato di "prestare ai feriti ogni cura necessaria". Il governo ha ordinato lo stato di allerta "per gestire la situazione e assicurare la migliore assistenza possibile alle persone coinvolte".


Il pm egiziano Nabil Ahmed Sadeq ha inoltre aperto un'inchiesta e inviato una squadra investigativa sul luogo dell'incidente.


GUARDA ANCHE: Egitto, decretato stato d’emergenza dopo la morte di Morsi