Egitto: Consigliere Morsi, in atto golpe militare

Scaduto l'ultimatum dell'esercito il presidente agli arresti domiciliari. (ASCA) - Roma, 3 lug - Il colpo di Stato militare in Egitto e' in corso. Lo ha riferito il Consigliere per la sicurezza del presidente Mohamed Morsi, secondo quanto riporta il sito web di Al-Arabiya. Secondo il quotidiano egiziano Al-Aarham, l'esercito ha iniziato a schierarsi a Giza, una delle quattro citta' che formano la metropoli della Grande Cairo. Le forze di sicurezza egiziane hanno imposto il divieto di espatrio al presidente e a diversi esponenti della Fratellanza Musulmana, tra i quali Mohammed Badie e il suo vice Khairat al-Shater. Il divieto di espatrio si baserebbe su un ordine di arresto che riguarda il loro coinvolgimento in un caso di evasione avvenuto nel 2011. Morsi, allo scadere dell'ultimatum dell'esercito che aveva dato al presidente 48 ore per risolvere la crisi politica, aveva proposto la ''formazione di un governo di coalizione consensuale per arrivare alle prossime elezioni parlamentari''. Morsi ha ribadito la sua proposta di un dialogo nazionale e della formazione di una commissione che modifichi la controversa costituzione. Ma ha insistito sul fatto che manterra' l'incarico di presidente. ''Ci sara' un accordo fra tutte le parti politiche per la scelta del Primo Ministro'', prosegue il comunicato, sottolineando che Morsi resta il ''presidente di tutti gli egiziani''. Intanto. Al Arabiya riferisce che di fronte e nelle vie limitrofe al palazzo presidenziale centinaia di soldati si sono schierati dopo aver marciato al seguito dei blindati dell'esercito.

Ricerca

Le notizie del giorno