Egitto, Di Maio: resta alta la preoccupazione per il caso Zaky

Coa

Roma, 10 giu. (askanews) - "Resta alta la preoccupazione" del governo italiano "per il caso di Patrick Zaky, il ricercatore egiziano dell'Universit di Bologna arrestato all'aeroporto del Cairo il 7 febbraio 2020". Lo ha detto oggi il ministro degli Esteri Luigi Di Maio al question time alla Camera. "La nostra ambasciata al Cairo continua con costanza a monitorare l'evolversi delle udienze", ha aggiunto Di Maio, precisando che il ministero degli Esteri ha chiesto "l'inserimento del caso all'interno del meccanismo di monitoraggio processuale coordinato dalla delegazione dell'Unione europea in loco".

Questo, ha insistito il ministro, "consente alle ambasciate dell'Unione europea di monitorare l'evoluzione del processo e presenziare alle udienze". "L'Italia", ha concluso Di Maio, "continuer a seguire il caso in coordinamento con i partner internazionali e attraverso gli altri canali rilevanti".