Egitto, Fico: Paese non sicuro, diritti non sono garantiti

Fdm

Trieste, 1 ott. (askanews) - "L'Egitto è un Paese che possiamo ufficialmente dichiarare non sicuro perché i diritti che la nostra Costituzione ci dà non sono garantiti". Lo ha dichiarato il presidente della Camera, Roberto Fico, durante la sua Lectio Magistralis nell'Aula Magna dell'Universita' di Trieste, in occasione dell'inaugurazione dell'anno scolastico del Liceo Classico Petrarca, dove studiò Giulio Regeni.

"C'e' una grande contraddizione nella Costituzione egiziana - ha osservato Fico -, dove è scritto che la tortura e' vietata e che il reato di tortura non può essere prescritto perché deve per forza arrivare dalla ricerca del senso della verità e della giustizia. Ma in Egitto questa cosa e' solo sulla carta - ha concluso -. Abbiamo visto cosa e' successo a Giulio Regeni e a tante persone che non si chiamano come lui, che subiscono violenze di ogni tipo".