Egitto, Hrw: con invio armi Italia viola impegno Ue e alimenta abusi -2-

Sim

Roma, 16 giu. (askanews) - Da allora, ha aggiunto Francavilla, "almeno 12 Stati membri dell'Ue, tra cui l'Italia, hanno infranto tale promessa" e "organizzazioni per i diritti umani hanno documentato l'uso di attrezzature militari o di sicurezza fornite dall'Europa per commettere violazioni contro manifestanti pacifici".

Hrw ha quindi sottolineato come l'accordo dell'Italia per la fornitura di armi arrivi nel pieno della protesta per l'arresto e la detenzione di Patrick Zaki, il ricercatore egiziano iscritto all'Universit di Bologna, la cui vicenda ricorda quella di Giulio Regeni, ucciso nel 2016 in Egitto.

"Autorizzando questo trasferimento di armi si manderebbe il messaggio che la brutale repressione dei diritti umani da parte del governo egiziano, l'assenza di una sincera cooperazione sull'omicidio Regeni, e il rifiuto di rimettere in libert Zaki e migliaia di altri prigionieri politici ingiustamente detenuti nelle sporche e sovraffollate carceri egiziane non contano - ha concluso Hrw - le autorit italiane dovrebbero fermare tutti i trasferimenti di apparecchiature militari all'Egitto, accogliendo l'appello della campagna #StopArmiEgitto di Amnesty Italia".