Egitto, Meloni incontra al-Sisi: "Forte attenzione su casi Regeni e Zaki"

SHARM EL SHEIKH, EGYPT - NOVEMBER 07: (----EDITORIAL USE ONLY â MANDATORY CREDIT -
Egitto, Meloni incontra al-Sisi: "Forte attenzione su casi Regeni e Zaki" (Photo by Italian Presidency / Handout/Anadolu Agency via Getty Images)

In occasione del vertice sul clima della Cop27 a Sharm el Sheikh, in Egitto, il premier Giorgia Meloni ha incontrato il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi. I due hanno avuto un colloquio di un'ora e un quarto. Ecco di cosa hanno discusso.

VIDEO - I finanziamenti per il clima al centro della Cop27

Approvvigionamento energetico, fonti rinnovabili, crisi climatica e immigrazione sono stati i temi affrontati da Giorgia Meloni e al-Sisi. Particolare attenzione anche ai casi di Patrick Zaki e Giulio Regeni. Lo annuncia in una nota Palazzo Chigi: "L'incontro ha dato occasione al presidente Meloni di sollevare il tema del rispetto dei diritti umani e di sottolineare la forte attenzione dell'Italia sui casi di Giulio Regeni e Patrick Zaki. Durante l'incontro si è parlato di approvvigionamento energetico, fonti rinnovabili, crisi climatica e immigrazione".

LEGGI ANCHE: Cop27, Guterres: "Verso inferno climatico con acceleratore premuto"

"I due leader hanno anche discusso della cooperazione congiunta nel dossier della sicurezza energetica, considerato uno dei più importanti percorsi di collaborazione tra le due parti negli ultimi anni, in particolare grazie a una partnership con la società Eni nel campo del gas naturale, con la possibilità di prevedere la messa in atto di un collegamento elettrico con l'Italia", si legge in un post pubblicato su Facebook dal portavoce presidenziale egiziano e prossimo ambasciatore d'Egitto a Roma, Bassam Radi.

Al-Sisi auspica che l'incontro con il premier italiano offra un "nuovo impulso" alle relazioni tra Roma e Il Cairo, che "si basano su profondi legami storici con dimensioni politiche, economiche, di sicurezza e culturali".

LEGGI ANCHE: Cop27, Guterres: patto solidarietà su clima o suicidio collettivo

Da parte della Meloni, inoltre, c'è "la volontà di rafforzare la cooperazione bilaterale con l'Egitto, in un modo che apra orizzonti costruttivi e realizzi gli interessi comuni dei due Paesi e popoli amici", riferisce il portavoce Radi. Questo "perché l'Egitto considera l'Italia e il continente europeo come un pilastro-cardine di sicurezza e stabilità in Medio Oriente e nel Mediterraneo".

LEGGI ANCHE: Meloni-Sunak alla Cop27: "Lotta all'immigrazione illegale e forte sostegno a Kiev"

Il presidente egiziano, inoltre, ha espresso "il suo apprezzamento per l'estensione delle relazioni bilaterali tra i due Paesi" e "ha accolto con favore la visita del presidente del Consiglio italiano e la sua partecipazione ai lavori del vertice sul clima, rinnovando le sue congratulazioni per la recente assunzione" dell'incarico.

GUARDA ANCHE - Cop27, al-Sisi: il tempo sta per scadere, è ora di agire

L'ultimo incontro di questo tipo era avvenuto nel gennaio del 2020, quando a Palazzo Chigi c'era ancora l'allora premier Giuseppe Conte.

GUARDA ANCHE - Cop27, Guterres: "Il cambiamento climatico è la sfida centrale del nostro secolo"