Egitto, De Petris (Leu): vendita armi macchia, va sospesa

Pol-Afe

Roma, 16 lug. (askanews) - "La vendita di armi a un Paese che si rende colpevole di continue e gravissime violazioni dei diritti umani come l'Egitto costituisce una violazione della legge italiana oltre che dell'etica e del pi elementare senso di giustizia. Per quanto riguarda l'Italia la vendita di armi al regime che impedisce in tutti modi che emerga la verit e si faccia giustizia per l'assassinio di Giulio Regeni e che persevera nei suoi crimini, come dimostra la proroga della detenzione del ricercatore Patrick Zaki, se possibile ancora pi grave". Lo afferma la senatrice di Leu Loredana De Petris, presidente del gruppo Misto.

"Rispondendo oggi alla mia interrogazione in merito - prosegue la presidente De Petris - il governo non ha preso quegli impegni a sospendere la fornitura di armi che sono invece necessari. Continueremo questa battaglia di civilt fino a che la vendita di armi non sar sospesa e questa vera e propria macchia sul nostro Paese non sar cancellata".

Il nostro obiettivo è quello di creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano interagire tra loro sulla base di interessi e passioni comuni. Per migliorare l’esperienza della nostra community abbiamo sospeso temporaneamente i commenti agli articoli.