Eitan conteso fra due famiglie, prima intesa raggiunta

·2 minuto per la lettura
Aya Biran, the paternal aunt of Eitan Biran, a six-year-old boy who was the only survivor of an Italian cable car disaster and is now at the centre of a custody battle, looks on after a court hearing in Tel Aviv, Israel September 23, 2021. REUTERS/Corinna Kern
Aya Biran, la zia di Eitan Biran (REUTERS/Corinna Kern)

Si è svolta a porte chiuse, presso il Tribunale per la famiglia di Tel Aviv, la prima udienza sulla custodia del piccolo Eitan Biran, il bambino di sei anni sopravvissuto alla tragedia del Mottarone e portato in Israele dal nonno materno, Shmuel Peleg. Aya Biran, la zia del piccolo, si è rivolta ai giudici per chiedere il ritorno in Italia del nipote. 

GUARDA ANCHE: "Eitan rapito dal nonno". In Israele il sopravvissuto alla tragedia di Mottarone

La giudice ha consentito la presenza in aula solo di Shmuel Peleg - che è indagato a Pavia per sequestro aggravato di persona - e di Aja Biran, Il resto della famiglia è stato fatto uscire.

La due famiglie hanno raggiunto - secondo quanto annunciato dagli avvocati della famiglia Biran - un primo accordo: Eitan potrà stare, fino alla prossima udienza dell'8 ottobre, metà del tempo con la famiglia materna e metà del tempo con la zia Aya, tutrice legale, con intervalli di tre giorni a testa per ciascun ramo familiare. Almeno fino alla ripresa delle udienze, Eitan resterà dunque in Israele.

LEGGI ANCHE: Israele rimanderà Eitan in Italia. Un avvocato spiega perché

Il giudice ha stabilito la ripresa delle udienze a partire dall'8 ottobre per 3 giorni consecutivi. Nel frattempo - hanno aggiunto gli avvocati - le famiglie hanno chiesto il totale silenzio stampa per proteggere il bambino.

GUARDA ANCHE: Tragedia in funivia, i precedenti più gravi nel mondo

Arrivando al Tribunale della famiglia, Aya Biran aveva detto di sentire la mancanza del nipote e di sperare di poterlo riportare a casa. "Sono preoccupata per lui, voglio riportarlo a casa il più presto possibile", aveva dichiarato Aja Biran. Poco prima di Biran erano giunti la nonna materna di Eitan, Etty Peleg Cohen, e sua figlia Gali Peleg che nelle recenti settimane ha annunciato di volere adottare Eitan. 

LEGGI ANCHE: Il caso del piccolo Yossele Schumacher che ricorda Eitan

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli