Eitan: il nonno è agli arresti domiciliari in Israele

·1 minuto per la lettura

Shmuel Peleg, il nonno materno del piccolo Eitan Biran accusato di aver rapito il bambino, unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone, e di averlo portato in Israele, è ora agli arresti domiciliari non lontano da Tel Aviv. 

LEGGI ANCHE: Il nonno di Eitan: "Ho agito d'impulso"

GUARDA ANCHE - "Eitan rapito dal nonno". In Israele il sopravvissuto alla tragedia di Mottarone

A renderlo noto sono gli stessi media israeliani, che hanno spiegato che l'uomo, nel pomeriggio di martedì 14 settembre, è stato interrogato dalla polizia locale riguardo le accuse di "aver rapito il nipote". Gli arresti domiciliari dureranno fino a venerdì 17 settembre. A Peleg è stato inoltre requisito e trattenuto il passaporto.

GUARDA ANCHE - Tragedia in funivia, i precedenti più gravi nel mondo

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli