Eitan in ospedale vicino a Tel Aviv: l'annuncio della famiglia materna

·1 minuto per la lettura
eitan ospedale
eitan ospedale

Espatriato insieme al nonno che lo ha sottratto alla cura della zia, il piccolo Eitan è attualmente in cura da medici in un ospedale alla periferia di Tel Aviv. Ad affermarlo è stata la famiglia materna del bambino: “E’ tornato in Israele dopo aver perso tutta la sua famiglia, come volevano i suoi genitori, e non appena arrivato è stato affidato ad uno staff medico presso l’ospedale Sheba”.

Eitan in ospedale

La stessa zia Gali Peleg ha spiegato che il piccolo sta ricevendo l’assistenza medica e psicologica migliore possibile. La famiglia residente in Israele non ha poi mancato di mettere in dubbio le cure e l’affetto ricevuti in Italia dall’unico sopravvissuto alla strage del Mottarone: “Siamo stati obbligati a portarlo qui, non avevamo più saputo quali fossero le sue condizioni mentali e di salute“. La zia ha aggiunto che poteva vedere Eitan solo per breve tempo e “ci hanno tenuto nascoste le sue condizioni“.

Eitan in ospedale: la Procura indaga per sequestro

Il tutto mentre la Procura di Pavia indaga per sequestro di persona, con il nonno Shmuel Peleg che rischia l’accusa di sottrazione internazionale di minore che può prevedere il mandato di cattura. Secondo i parenti paterni di Eitan l’uomo avrebbe infatti rapito il piccolo in totale spregio a quanto stabilito dall’autorità giudiziaria italiana che aveva vietato l’espatrio.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli