## El Paso e Dayton, duplice strage in poche ore: almeno 29 morti -3-

Coa

Roma, 4 ago. (askanews) - Jae Williams, un testimone contattato dalla Bbc, ha raccontato che stava assistendo all'esibizione di un rapper quando è stata ordinata l'evacuazione. "Ero sotto shock", ha detto ancora scosso. "Siamo tutti andati via rapidamente. Ci è stato ordinato di evitare l'area di Oregon. Sono salito sulla mia auto, vedevo poliziotti e ambulanze" ovunque. Il killer, che cui generalità non sono state ancora rese note, è stato ucciso dalla polizia, dopo avere assassinato nove persone. Altre sedici sono rimaste ferite, secondo un primo bilancio fornito durante una breve conferenza stampa delle autorità locali. Secondo il Dayton Daily News, non avrebbe agito da solo e le forze di sicurezza starebbero cercando un secondo uomo, sospettato di essere coinvolto nella sparatoria. Il sospetto avrebbe lasciato la zona a bordo di una jeep scura.

La strage di Dayton è la terza in pochi giorni. Appena una settimana fa un 19enne di origini italo-iraniane, con simpatie suprematiste, aveva aperto il fuoco sulla folla del Garlic Festival di Gilroy, in California, uccidendo tre persone, tra cui un bambino di 6 anni e un'adolescente di 13. Papa Francesco, dopo l'Angelus domenicale, da piazza San Pietro, ha espresso vicinanza alle famiglie delle vittime. "Cari fratelli e sorelle, sono spiritualmente vicino alle vittime degli episodi di violenza che in questi giorni hanno insanguinato il Texas, la California e l'Ohio, negli Stati Uniti, colpendo persone inermi. Vi invito ad unirvi alla mia preghiera per quanti hanno perso la vita, per i feriti e i loro familiari", ha detto il Pontefice.