El Salvador, trovata una fossa comune con dozzine di corpi: indagati ex poliziotto e altre 10 persone

·2 minuto per la lettura
El Salvador, trovata fossa comune
El Salvador, trovata fossa comune

Decine di cadaveri. È questo ciò che si trovava nascosto in un cortile a Chalchuapa (El Salvador). I corpi erano seppelliti nel giardino di un ex agente di polizia, Hugo Ernesto Osorio Chavez, 51 anni. Come riporta l’agenzia stampa britannica Reuters, le autorità locali hanno reso pubblica la notizia lo scorso giovedì.

El Salvador, la scoperta della fossa comune

Delle indagini nei confronti dello stesso Chavez hanno condotto le Forze dell’Ordine locali al ritrovamento dei corpi. L’uomo, infatti, era già sospettato di duplice omicidio. Secondo il giornale the Daily Beast, Chavez stesso si era dichiarato colpevole della morte di una donna di 57 anni e della figlia di 26.

Durante le perquisizioni nella sua casa, gli agenti si sono imbattuti in qualcosa di alquanto singolare nel giardino. Una parte di terreno risultava particolarmente cedevole e anomalo. Scavando, hanno poi portato alla luce otto pozzi con diversi cadaveri al loro interno.

El Salvador, la fossa comune e le ipotesi delle indagini

Si suppone che la fossa comune possa essere lì da 2 anni o anche più. Fin’ora sono stati recupertati 24 corpi. Le autorità prevedono che per portare a temine l’intera operazione si dovrà lavorare per un intero mese.

Inoltre, si ritiene che conto delle vittime potrebbe arrivare anche a 40. I resti rinvenuti sono per ora di donne. Vi è anche il sospetto che la maggior parte dei successivi corpi saranno sempre di donne.

Si pensa le persone ritrovate siano state vittime di un sistema criminale che comprende violenza sessuale e omicidio. La pista della violenza sessuale è supportata anche dall’autorità investigative. Graciela Sagastume, il pubblico ministero a capo dell’indagine ha, infatti, affermato: “L’asse centrale dell’indagine è la violenza sessuale”.

El Salvador, i sospettati per il caso della fossa comune

Dall’ufficio del procuratore generale è stato dichiarato che, assieme a Chavez, altre dieci persone, se non di più, andranno a processo. A riportarlo è la stessa Reuters.

Chavez è già noto alle Forze dell’Ordine. In passato è stato sotto investigazione per crimini sempre di natura sessuale. Nel 2005 aveva confessato di essere un “predatore sessuale”.

Avrebbe avuto l’abitudine di adescare le donne utilizzando i social media. Lo avrebbe fatto promettendo loro il “sogno americano”. Tale ammissione aveva portato al suo immediato allontanamento dai corpi di polizia.

Gli agenti sospettano che anche le altre persone coinvolte non siano nuovi alla giustizia. Il capo della national civil police di El Salvador, Mauricio Arriaza Chicas, ha infatti spiegato: “Questo psicopatico è già stato trattenuto dalle forze dell’ordine e credo che il 99% delle persone che lo hanno assistito lo siano stati”.

Leggi anche: Orrore in Polonia, portata alla luce fossa comune contenente 29 corpi

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli