Electrolux taglia 4.000 posti di lavoro

featured 1664471
featured 1664471

Milano, 28 ott. (askanews) – Penalizzato dalla sua uscita dal mercato russo, dal calo della domanda e dai problemi di offerta, il gruppo svedese di elettrodomestici Electrolux, che ha subito perdite molto significative nel terzo trimestre, prevede fino a 4.000 licenziamenti.

Secondo il suo rapporto finanziario pubblicato venerdì, con una perdita netta di 605 milioni di corone (55,3 milioni di euro) ma un leggero aumento del fatturato a 35,24 miliardi di corone (più 1,2% in un anno), grazie all’aumento dei prezzi, il gruppo ha dettagliato il suo programma di riduzione dei costi annunciato a settembre.

I tagli dei costi e dei posti di lavoro riguardano principalmente il Nord America, dove Electrolux ha subito una perdita di 1,2 miliardi di corone nell’ultimo trimestre.