Elefantessa uccisa da petardi nell'ananas

webinfo@adnkronos.com

Le autorità indiane indagano sulla morte di un'elefantessa, deceduta dopo aver ingerito un ananas riempito di petardi. La vicenda sta destando scalpore e polemiche nel paese, dopo la pubblicazione delle foto da parte di una guardia forestale. L'episodio è avvenuto nel Kerala. L'elefantessa, incinta, è morta dopo diversi giorni di agonia. Inutili le cure prestate dai veterinari intervenuto. Il ministro dell'Ambiente, Prakash Javadekar, ha reso noto che il governo adotterà i provvedimenti necessari per fare chiarezza sul caso. Secondo la Bbc, 3 persone sarebbero sospettate per il coinvolgimento nella vicenda. Nessun arresto è stato ancora effettuato. Le indagini non sono ancora state completate, ma si ritiene che il pachiderma abbia inghiottito un ananas riempito di petardi: si tratta di una tecnica che gli agricoltori della zona utilizzano per tenere lontani i cinghiali dalle piantagioni. 

L'elefantessa, un esemplare di 15 anni, era incinta di 2 mesi e secondo le ricostruzioni si muoveva nelle aree del Silent Valley National Park, nel distretto di Palakkad. Una guardia forestale, Mohan Krishnan, su Facebook ha reso noto che l'esplosione ha gravemente lesionato la mascella dell'animale, che ha vagato per giorni prima di morire il 27 maggio. Secondo Krishnan, il pachiderma "non ha recato danno a nessun essere umano nemmeno quando, in preda al dolore, ha attraversato le strade del villaggio. Quando l'ho vista -ha detto alla Bbc- era nel fiume, senza provocare alcun rumore. Probabilmente cercava sollievo immergendo la proboscide e la bocca nell'acqua".