Elena uccisa dalla mamma con 11 coltellate: non è morta subito

Elena uccisa dalla mamma con 11 coltellate: non è morta subito (Foto social)
Elena uccisa dalla mamma con 11 coltellate: non è morta subito (Foto social)

Elena del Pozzo è stata uccisa con almeno undici coltellate. E’ quanto emerso dai primi risultati dell'autopsia effettuata ieri sul corpo della bambina di 5 anni.

Ad ucciderla è stata la mamma Martina Patti, 23 anni, che ha confessato il delitto. La ragazza avrebbe agito da sola, uccidendo la figlia nel campo dove è stato rinvenuto il corpo, a pochi passi dall’abitazione, a Mascalucia, nel Catanese.

LEGGI ANCHE: Morte Elena, la madre: "L'ho uccisa nel campo da sola"

La piccola non è morta subito, ma solo dopo il fendente letale, che ha reciso i vasi dell'arteria succlavia. Il decesso sarebbe avvenuto un'ora dopo il pasto che la bambina aveva consumato a scuola intorno alle 13. Rimane da accertare l’arma del delitto che non è stata trovata, sebbene gli inquirenti pensino a un coltello da cucina.

Tra gli accertamenti richiesti dalla Procura anche l'esame tossicologico per sapere se la bimba sia stata sedata prima di essere uccisa.

LEGGI ANCHE: Omicidio Elena Del Pozzo, cosa c'entra la sindrome di Medea

Per gli inquirenti non ci sono più dubbi che la madre abbia architettato il delitto: a partire dalla storia inventata del sequestro da parte di tre uomini armati e incappucciati per dissimulare la scomparsa della bambina, fino all’essersi procurata - prima di andare a riprendere la figlia all’asilo - zappa e pala usate dalla 23enne per occultare il corpo.

SFOGLIA LA GALLERY: Bimba uccisa, padre disperato sul luogo ritrovamento - FOTO

Non è chiaro se la Patti abbia commesso il crimine per gelosia o come forma di vendetta nei confronti dell’ex, da cui era separata. Intanto il gip ha convalidato il fermo della Patti e ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare per omicidio premeditato pluriaggravato e occultamento di cadavere.

LEGGI ANCHE: Omicidio Elena, il padre: "Martina è un mostro, omicidio premeditato"

GUARDA ANCHE: Elena Del Pozzo uccisa dalla madre: la confessione

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli