Elettronica Group per il secondo anno “Welfare Champion”

·2 minuto per la lettura
featured 1504764
featured 1504764

Roma, 9 set. (askanews) – Per il secondo anno consecutivo Elettronica Goup si è classificata al primo posto assoluto nel Welfare Index PMI, ottenendo il rating massimo assegnato alle imprese “Welfare Champion”. Si tratta di un riconoscimento che rappresenta per l ingegner Enzo Benigni, Presidente e Ceo della compagnia, la conferma di un impegno verso la qualità della vita anche dei lavoratori.

Spiega Benigni: “Intanto, la seconda volta è più importante della prima. Perché la prima può essere un caso, la seconda comincia a essere una caratteristica dell azienda. Al di là del significato di welfare – io ho visto nascere questa parola non italiana, una volta si chiamava in altre maniere – siamo passati attraverso il tempo dal considerarlo un costo, una sovrapposizione, a un indice di qualità e non solo. Perché oggi noi imprenditori non siamo capaci di proteggere i posti di lavoro, siamo capaci di crearli. Perché non possiamo reagire a eventi più grandi di noi, li sopportiamo, ma sappiamo creare il lavoro. E una delle componenti del creare il lavoro è il welfare che si è inserito nella qualità di vita, non solo nostra ma di tutti i lavoratori”.

Quest’anno le imprese Welfare Champion – premiate a Roma alla presenza del ministro del Lavoro Andrea Orlando e dalla sottosegretaria allo sviluppo economico Anna Ascani – sono state 105 e nel complesso si è registrato un salto di qualità sul tema del welfare aziendale anche alla luce della pandemia. Per Elettronica, la situazione degli ultimi due anni non ha portato a un cambio d’approccio al welfare aziendale, che si è dimostrato un utile strumento per attutire gli effetti della crisi Covid.

Dice Benigni: “Non è cambiato. Il welfare ha permesso di attenuare gli effetti della pandemia. Perché quella che in altri termini si chiama, con una parola molto usata, resilienza è esattamente questo: un welfare che ha permesso una non discontinuità eccessiva che avrebbe creato delle ferite all’azienda. Non va presa come un termine isolato, ma come un ambiente, una cultura. E quindi ci ha permesso di superarla molto bene”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli