Elezioni 2022, Enrico Letta annuncia che non si ricandiderà come segretario del PD

enrico-letta-occhiali
enrico-letta-occhiali

“Serve un nuovo Partito Democratico”. A dirlo è Enrico Letta, in una conferenza stampa all’indomani delle elezioni politiche del 25 settembre 2022 che hanno visto stravincere la destra e, in particolare, il partito di Giorgia Meloni. Il leader dem ha riconosciuto la necessità di una svolta all’interno del partito di centrosinistra e ha annunciato che non si ricandiderà a segretario al prossimo congresso.

Elezioni 2022, Enrico Letta verso le dimissioni

Non ci saranno dimissioni immediate, dunque, per consentire la PD di affrontare senza scossoni questa fase difficile del post elezioni e della formazione dei nuovi equilibri parlamentari. Ma la strada è ormai tracciata: “Serve un nuovo Partito Democratico, non mi ricandido a segretario” in occasione del prossimo congresso, ha annunciato. Un congresso che sarà un’occasione di “profonda riflessione sul concetto di un nuovo PD che sia all’altezza di questa sfida epocale, di fronte a una destra che più destra non c’è mai stata. Assicurerò con spirito di servizio la guida del PD fino al congresso a cui non mi presenterò da candidato”.

L’Italia ha davanti a sé “giorni duri”, ha continuato il leader dem. “Faremo opposizione con tutte le nostre forze. Non permetteremo che l’Italia si stacchi dai valori europei e dai profondi valori della Costituzione. Quindi opposizione dura, intransigente e sforzo massimo da domani per pensare al futuro”.

Non è mancato, durante la conferenza stampa, un attacco al Movimento 5 stelle: “Se siamo arrivati al governo Meloni è a causa di Giuseppe Conte, che ha fatto cadere il governo Draghi ed è stato il punto scatenante”.