Elezioni 2022, Meloni: "A Mestre minacce BR, risultato campagne d'odio sinistra"

(Adnkronos) - "A Mestre nuove minacce a firma Brigate Rosse. Quando esponenti politici e delle istituzioni usano parole come 'dovranno sputare sangue' contro i propri avversari, poi qualcuno può prenderli in parola. Il 25 settembre confido negli italiani per rispondere alle loro campagne d’odio". Lo scrive il presidente di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni su Twitter, postando alcune foto di manifesti elettorali coperti di scritte.

"Le scritte indirizzate a Giorgia Meloni, con minacce che rievocano le Brigate Rosse e le loro efferate azioni, sono da rigettare in toto e da condannare con fermezza. Uno dei requisiti essenziali della democrazia consiste nel fatto che mai la violenza, verbale o fisica che sia, può diventare un elemento della politica. A nome del Partito Democratico esprimo la più ferma condanna di questo atto riprovevole", le parole di Enrico Borghi, della segreteria nazionale del Pd.

"Solidarietà piena e incondizionata a Giorgia Meloni per le minacce firmate Brigate Rosse", scrive Carlo Calenda su twitter.