Elezioni 2022, Valeria Marini: "Mio tweet a Lucarelli non era politico"

(Adnkronos) - "Spero di chiarire e mettere un punto a questa diatriba con Selvaggia Lucarelli. Il mio tweet di ieri si riferiva solo all'atteggiamento sempre aggressivo che ha la Lucarelli verso tutti e in particolare verso le altre donne, ma non aveva niente a che vedere con l'ideologia politica di Giorgia Meloni, che io stimo come donna anche se posso non condividerne le idee politiche". Così Valeria Marini, conversando con l'Adnkronos, spiega il senso del suo tweet di ieri in cui replicava a una frase della giornalista. La Lucarelli infatti aveva scritto: "In questa fase, più si dà dell'ignorante e della fascista a Giorgia Meloni e più potenziali elettori si sentiranno da lei rappresentati". Frase cui Valeria Marini replicava con un post: "Cara Selvaggia hai tanto anzi tutto da imparare da Giorgia Meloni. Per esempio, il rispetto che ha per gli altri e soprattutto per l'universo femminile e per tutte le donne".

Un post che è stato letto come un endorsement alla leader di Fratelli d'Italia: "E' stato travisato", precisa la showgirl, sottolineando che lei voleva "stigmatizzare l'atteggiamento sempre aggressivo della Lucarelli e non fare un endorsement politico alla Meloni. Io la stimo come donna perché è sempre rispettosa nei confronti degli altri, ma non condivido tutte le sue idee politiche. Questo però non mi impedisce di difenderla da chi la aggredisce perché il pensiero degli altri va sempre rispettato, anche se non lo si condivide. Soprattutto se l'aggressione parte da una donna nei confronti di un'altra donna".

E per scrivere la parola 'fine' a questa storia Valeria Marini ha pubblicato un nuovo post in cui spiega: "Ci tengo a chiarire che il mio tweet di ieri era solo per sottolineare l'importanza del rispetto per il nostro prossimo e soprattutto di una donna nei confronti di un'altra donna, senza nessun riferimento a ideologie politiche".