Elezioni amministrative Ventotene, 0 voti per Mario Adinolfi

Mario Adinolfi
Mario Adinolfi

Brutta figura per Mario Adinolfi alle elezioni comunali a Ventotene. Il candidato del Popolo della Famiglia ha totalizzato 0 voti, meglio di lui anche il Partito Gay che ha conquistato 1 voto.

Mario Adinolfi, candidato sindaco a Ventotene, ha preso 0 voti alle elezioni comunali

Mario Adinolfi, invece di pensare alla sua come ad una sconfitta, ha attaccato gli altri partiti definendoli “bande”. Il suo commento, dopo il risultato finale alle elezioni comunali a Ventotene, è stato: “Lo scontro tra bande rende impraticabile lo spazio democratico. Un voto al partito gay, nessun voto al Popolo della Famiglia, 500 voti alle due bande. Brutto segnale di controllo del voto, ma in alcune piccole realtà funziona così. Insisteremo perché l’isola cambi”.

Il programma di Adinolfi e “l’impossibilità” di votare a Ventotene

Mario Adinolfi si era candidato come sindaco di Ventotene per introdurre l’abolizione del diritto all’aborto e il reddito di maternità. Il suo programma non è piaciuto a nessuno, al punto tale da non ricevere nemmeno un voto. Adinolfi però, parlando con alcuni vecchi cittadini di Ventotene che hanno cambiato residenza, era al corrente di quello che lui definisce un “carattere paramafioso” dato che sull’isola a contendersi la carica di primo cittadino sono sempre stati i candidati dei grandi partiti. Secondo il leader del Popolo della Famiglia votare nella piccola isola in provincia di Latina è quasi impossibile. Nonostante tutto, Mario Adinolfi, ha ironizzato sulla vicenda con un post su Twitter.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli