Elezioni: Bagnai (Lega), 'da Pd odio sociale, serve flat tax non esproprio proletario'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 31 lug. (Adnkronos) – “Letta e il Pd non ce la fanno proprio: per loro non c’è problema la cui soluzione non sia una tassa, in coerenza con la cultura politica degli 'espropri proletari' da cui provengono. Peggio ancora, nel tentativo di ingraziarsi un elettorato che li sta abbandonando, quello dei giovani, fomentano odio intergenerazionale, sobillando i figli contro i padri, con proposte demagogiche come quella di una patrimoniale che servirebbe a finanziare i giovani disoccupati. Solita propaganda stucchevole e irresponsabile, il cui unico rancoroso obiettivo è quello di aggredire la classe media". Così il senatore Alberto Bagnai, responsabile del dipartimento Economia della Lega.

"Con un Pil reale che nella più rosea delle ipotesi tornerà al livello del 2004 non è questo il momento di prendere soldi dai contribuenti, e del resto i nostri giovani non vogliono mance ma lavoro. Per darglielo, al Paese serve realizzare la Pace fiscale, procedere con la Flat tax al 15%, far funzionare il Superbonus 110%, e attuare un sistema pensionistico basato su quota 41: questo sosterrà la domanda interna e aiuterà le imprese. Ricette concrete, fondate su un’analisi seria dei bisogni dei cittadini e non infettate da propaganda, qualunquismo e sete di vendetta. Letta stia davvero sereno: il 25 settembre gli italiani sapranno distinguere gli slogan dalle proposte sensate", conclude.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli