Elezioni: Berlusconi, 'per disabili aumento pensioni, smart working e legge dopo di noi'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 15 set. (Adnkronos) – Aumento delle pensioni di invalidità, incentivazione dello smart working una buona legge per il 'dopo di noi'. Sono le proposte per i disabili contenute della quotidiana pillola di Silvio Berlusconi sul programma elettorale.

"Uno dei temi sui quali più insisto in questa campagna elettorale -ricorda il leader di Forza Italia- è l'aumento delle pensioni d'invalidità, come di quelle per gli anziani, ad almeno 1.000 euro mensili per 13 mensilità, una cifra anche troppo esigua, soprattutto nelle grandi città del Nord, pensando ai costi che voi vi dovete accollare. Vedremo se potremo aumentarle. Ma non è solo una questione di denaro. L'assistenza pubblica per voi dev'essere pensata in modo da garantirvi una vita lavorativa, sociale, affettiva e assolutamente non discriminata. Da questo punto di vista, la rimozione delle barriere architettoniche che ancora rimangono è assolutamente indispensabile ma è solo un aspetto del problema".

"Voi -insiste Berlusconi- dovete essere messi in grado, per quanto possibile, di svolgere una vita autonoma, anche dal punto di vista lavorativo, o comunque nel vostro contesto familiare, anche con l'incentivazione dello smart working. Ma non basta. Dobbiamo aiutare anche i genitori di un figlio disabile che vivono nell'incubo di quello che accadrà dopo la loro morte quando non saranno più in grado di prendersene cura. Per questo, una buona legge sul 'dopo di noi' è un'esigenza sentita dalle famiglie alla quale ci impegniamo a dare una precisa risposta".