Elezioni, Berlusconi: in Sardegna serve una fiscalità agevolata

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 3 set. (askanews) - "La Sardegna è una terra meravigliosa, io ne ho fatto la mia seconda casa, ogni volta che arrivo in Sardegna sono affascinato dal vostro paesaggio, dalle vostre montagne, dal vostro mare, dal vostro clima, dall'eccellenza dei vostri prodotti. Ma tutte queste potenzialità devono tradursi in un modello di sviluppo che è ancora tutto da costruire. Occorre una fiscalità di vantaggio per valorizzare le opportunità della Sardegna e attrarre investimenti superando le inevitabili difficoltà legate alla condizione insulare". Lo dice Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia, in un'intervista a La Nuova Sardegna.

"Più investimenti significano più lavoro, soprattutto per i giovani: la disoccupazione è una piaga sociale in tutt'Italia, ma la Sardegna ne soffre in modo particolare. Anche il tema del costo dell'energia e dei carburanti del resto assume una particolare gravità legata alla condizione insulare. Lo Stato deve intervenire, nell'immediato, per salvare le famiglie e le imprese dai rincari. Al tempo stesso occorre anche superare la politica dei no e intraprendere con decisione la strada dell'energia pulita. E' una priorità assoluta per il nostro governo. C'è infine una questione che considero molto importante. Negli ultimi giorni della legislatura il Parlamento ha approvato una modifica costituzionale che riconosce il principio di insularità in Costituzione. E' un grande successo per i tutti sardi, che noi abbiamo appoggiato con grande convinzione. Ma ora bisogna dare attuazione a questo principio: penso ai temi della zona franca, delle entrate, dei trasporti, delle infrastrutture, del paesaggio. Forza Italia lavorerà per questo. Vorrei che ad occuparsene nel nostro prossimo governo fosse proprio un rappresentante della Sardegna", aggiunge.