Elezioni: Bersani, Pd vuole essere al servizio della ricostruzione (RPT)

Ripetizione corretta.

+++E ai piccoli imprenditori: 'resistete, abbiate un po' di

fiducia, non facciamoci prendere dalla disperazione'+++.

(ASCA) - Roma, 4 mag - Il Partito democratico deve essere il

partito della ''riscossa civica'', il partito della

''ricostruzione'' che faccia uscire definitivamente il Paese

dalla crisi.

E' questo il messaggio e l'impegno che il segretario del

Pd Pier Luigi Bersani ha lanciato da Genova nel comizio di

chiusura di questa campagna elettorale per le elezioni

amministrative.

Bersani ha sottolineato con forza la convinzione che deve

essere fatta propria da tutti gli iscritti che ''il partito

e' uno strumento e non un fine. Il fine -ha sottolineato- e'

l'Italia a cui il Pd si mette al servizio per la

ricostruzione''. Concetto riaffermato quando ha parlato della

necessita' della riforma dei partiti, come attuazione

dell'art.49 della Costituzione che prevede una legge sui

partiti che, ha sottolineato Bersani, ''non sono solo degli

iscritti, ma appartengono a tutti gli italiani''.

Bersani, sottolineando che non si tratta di moralismo, ma

di un ancoraggio solido di principi, ha detto che gli

obiettivi devono essere quelli della ''partecipazione (no ad

un uomo solo al comando''), della ''crescita e del lavoro''

ma anche del ''sociale'' inteso come ''solidarieta' che crea

la comunita' con la quale si fa e si da forza alla

crescita''.

Se questi sono i presupposti di principio, i ''riferimenti

basici e valoriali'', Bersani ha pure indicato, anche se per

capi, gli interventi che il Pd intende mettere in campo e

convincere il governo a metterli in cantiere ''da subito''.

''Dobbiamo preoccuparci -ha detto- di dare un po' di lavoro''

ma anche ''liquidita' alle imprese con investimenti di 15-18

miliardi''. Investimenti, ha sottolineato Bersani, che devono

''partire dai comuni, i soli che li possono operare''. Infine

''dare un occio'' anche al tema industriale con particolare

preoccupazione per il ''venire meno di pezzi dell'industria

nazionale''. E Bersani ha affermato che ''non puo' essere che

qualcuno metta tutto su un carretto e si porti via il tutto

andando all'estero''.

Il segretario del Pd ha rivolto un pensiero particolare

alle imprese, specie le piccole, e del nord-est, che ''non ce

la fanno''. E a questi imprenditori Bersani ha rivolto un

accorato appello: ''Abbiate un po di fiducia, resistete, non

lasciamoci andare alla disperazione.

Forza! Un po' di fiducia''. Ma Bersani ha criticato la

mancanza di liquidita' e il fatto che le banche non danno i

soldi agli imprenditori in grave difficolta'.

Ricerca

Le notizie del giorno